Translate

Chi cerca... Trova!

lunedì 8 aprile 2013

Il gusto degli altri - 3: Pasquale del Vecchio



Pasquale Del Vecchio



Pasquale Del Vecchio al lavoro.
Scoprii Pasquale del Vecchio sulle pagine di Nick Raider leggendo la prima storia da lui disegnata su testi del grande Gino D'Antonio; ero un grande fan di questo poliziesco della Bonelli e quindi tenevo sempre d'occhio i suoi disegnatori, osservavo la loro evoluzione stilistica. Del Vecchio riuscii a stupirmi con la sua ultima storia di Nick Raider, un doppio albo scritto da Gianfranco Manfredi in cui l'artista pugliese dimostrò tutta la sua bravura. Dopo Nick, arrivò Napoleone e Pasquale Del Vecchio confermò la sua bravura, perfezionò ancora di più il suo disegno tanto da essere scelto a far parte del team di artisti al servizio del personaggio più famoso del fumetto italiano: Tex.
E non poteva andare diversamente, perché il tratto di Del Vecchio sembra essersi sviluppato nel tempo proprio per arrivare a disegnare le avventure del noto ranger: gli immensi scenari della frontiera americana e la polvere sollevata dalle lunghe galoppate di cowboy e pellerossa, rivivono nei suoi disegni con una solenne maestria appresa negli anni dagli artisti da lui più amati: Giardino, Munoz, Moebius, Milazzo.
Ma Pasquale del Vecchio non si ferma solo al fumetto italiano ma preferisce anche esplorare il fumetto francese grazie a personaggi come Russel Chase, la bella Mary Diane (su sceneggiatura di Federico Bini) e Blackline.
I gusti di Pasquale Del Vecchio in alcuni casi rimandano al suo personale percorso artistico, in altri casi sono dettati dall'emozione che l'artista ha provato leggendo una determinata opera, spaziando dal fumetto italiano a quello argentino, passando da quello giapponese a quello americano e francese.

Una bella vignetta da una tavola di Mary Diane.


I gusti di Pasquale Del Vecchio:


1- Zanardi
 di Andrea Pazienza




Andrea Pazienza riesce ad essere comico e drammatico allo stesso tempo. Il suo disegno eclettico, che spazia da Barks a Magnus, passando per la lezione di Moebius, sembra suggerirmi anche lo stato d’animo che aveva l’autore quando l’ha realizzato. Probabilmente è 
solo una mia impressione, ma, a distanza di anni, ancora mi emoziona.”

2 - Polina di Bastien Vives

3 - Al tempo di papà di Jiro Taniguchi

4 - Il garage ermetico di Moebius

5 - Maus di Art Spiegelman

6 - Den di Richard Corben

7 - Nel bar di Munoz & Sampayo

8 - La porta d’oriente di Vittorio Giardino

9 - L’ultimo colpo (Corto Maltese) di Hugo Pratt

10 - Durasagra-Venezia uber alles di Paolo Bacilieri

Per conoscere meglio il lavoro di Pasquale Del Vecchio potete visitare qui il suo blog.



Il suo lavoro più bello: Braccato/Partita Truccata (Tex)



Ottima storia con un eroe come Tex in serie difficoltà e senza l'aiuto dei pards. Nelle parole dello sceneggiatore, Tito Faraci le lodi del lavoro di Pasquale Del Vecchio:
"... Ha fatto un lavoro grandioso e l'ho messo a durissima prova. Un lavoro spettacolare."

Nessun commento:

Posta un commento

I testi apparsi su "Avventure di carta" sono tutti scritti da Ned (Nedeljko Bajalica) e possono essere pubblicati anche altrove, con la raccomandazione di citare la fonte e gli autori!

Le immagini sono qui inserite al solo scopo di documentazione e sono © degli aventi diritto.