Translate

Chi cerca... Trova!

mercoledì 10 ottobre 2012

300: Alberto Fremura – Che vita ragazzi!



Longanesi & C., 1978
(Italia, L'ispettore Chell e l'agente segretissimo 001, 1960)
L'umorismo di Fremuro è di quello più sicuro
che fa ridere e pensare anche chi sta in mezzo al mare!
L'ispettor dal lungo nome (che io legger non so come)
è una satira pungente di chi scopre mai un bel niente...
In quest'ultime vignette al Fremura (se permette)
un consiglio voglio dare: “devi fare, fare, fare,
per chi t'ama e chi t'ammira! Per la gloria (e per la lira!)”
(Dall'introduzione di Jacovitti)

Alberto Fremura

Con Alberto Fremura forse introduco, per la prima volta nei 300 libri a fumetti essenziali, un artista che forse dal pubblico odierno e di massa è poco conosciuto. Grande disegnatore, illustratore (bellissime le sue versioni del Pinocchio di Collodi e della Genesi), umorista, Fremura avrebbe meritato più fama anche nel mondo dei comics se non altro per aver creato questi due spassosissimi personaggi che della difesa della legge hanno fatto il loro mestiere: l'ispettore Chelseabradburingingtonessexbrown (lo so, nome illeggibile ma geniale) detto più semplicemente Chel e 001 Agente segretissimo, originariamente pubblicati sui romanzi periodici I gialli Mondadori e Segretissimo.
Niente sfugge all'attento ispettore Chelseabradburingingtonessexbrown, detto più semplicemente Chel
Per fortuna l'editore Longanesi & C. ebbe la bella idea di racchiudere in un bel volume cartonato, Che vita ragazzi!, le (dis)avventure dei due eroi dell'artista livornese e, credetemi, la lettura è uno di quei divertimenti sani, intelligenti, senza nessuna pretesa ideologica e quindi (per stessa ammissione dell'autore) lontani anni luce da quello stile che avrebbe perfezionato come vignettista politico.
Le pericolose missioni di 001 Agente Segretissimo.
Personalmente ho un debole per l'ispettore dall'impronunciabile nome, biondo con quei capelli lisci che coprono gli occhi rendendo ancora più pronunciato quel nasone lentigginoso; passa le sue giornate nella noia del far niente (mentre i ladruncoli agiscono indisturbati alle sue spalle), nella routine quotidiana di casa e ufficio ma soprattutto a sfuggire alla vendetta del criminale evaso Joe “l'uomo a cui lei fece affibbiare trent'anni di galera” come gli viene spesso riferito dai suoi agenti alla notizia dell'ennesima evasione. E allora il simpatico ispettore escogita qualche nascondiglio segreto che lo metterà al sicuro, almeno fino alla prossima evasione.
Alberto Fremura: divertimento e sarcasmo.
Per tre quarti del libro assistiamo agli sketch più divertenti di un personaggio che è riuscito a risolvere grandi casi ed enigmi internazionali ma non riesce a scoprire chi gli ha forato la ruota dell'auto; poi si passa alle missioni segrete di 001 Agente segretissimo, che sperpera i denari del contribuente in missioni segrete che poi tanto segrete non sono. Cosa aspettarsi del resto da un agente segreto reperibile sulle pagine gialle?
Si ride e ci si diverte parecchio leggendo queste strisce di Alberto Fremura e se anche lo stile appartiene al primo periodo dell'artista è già visibile la classe artistica che esploderà in tutta la sua originalità grafica nel suo periodo d'illustratore e vignettista: personalmente adoro le soluzioni grafiche con cui realizza il panneggio dei vestiti e le posizioni dei suoi personaggi.
Alberto Fremura merita un posto d'onore nel fumetto e nella nostra biblioteca dei 300 libri essenziali. E se non credete a me, credete almeno a Jacovitti che con una serie di vignette introduce questo l'arte del grande artista toscano elogiandone il lavoro e definendolo “gran maestro del pennello”!
Leggere per credere.

Le irresistibili indagini dell'ispettore Chel.


Curiosità

Livornese di nascita, Alberto Fremura fu disegnatore anche per il settimanale umoristico Il travaso delle idee, uno dei più importanti e famosi periodici italiani.

Edizione Consigliata

Il volume si presenta bene nonostante i suoi quarant'anni: copertina cartonata e soprattutto splendida introduzione di Jacovitti, che invece di scrivere le solite belle parole sul collega, preferisce dedicarli una short story con cui omaggia l'arte di Alberto Fremura
Non esistono altre edizioni.

Alcune vignette tratte dall'introduzione illustrata con cui Jacovitti omaggia l'arte di Fremura.


Nessun commento:

Posta un commento

I testi apparsi su "Avventure di carta" sono tutti scritti da Ned (Nedeljko Bajalica) e possono essere pubblicati anche altrove, con la raccomandazione di citare la fonte e gli autori!

Le immagini sono qui inserite al solo scopo di documentazione e sono © degli aventi diritto.